10 aprile 2008

Nessuno dei partiti vi rappresenta? Alle elezioni fate così

Pochi lo sanno ma la legge prevede la possibilita´ di rifiutarsi di votare e che questo gesto venga messo a verbale. Quando si va al seggio e dopo che le schede sono state vidimate, si dichiara che ci si rifiuta di votare e che si vuole che sia messo a verbale. Le schede di rifiuto vengono CONTATE e sono VALIDE, contrariamente alle schede nulle o bianche o all´astensione dal voto. Nel caso le schede di rifiuto arrivassero a un certo numero (cosa mai successa nelle elezioni italiane) la casta avrebbe 'qualche problema' nell´assegnare i seggi vuoti e i media sarebbero obbligati a parlarne.
Le schede bianche e nulle, entrano si nel conteggio percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza... per assurdo pur votando bianca o nulla se alle prossime elezioni vincesse Berlusconi le suddette schede andrebbero attribuite nel premio del Partito delle Libertà.
Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante e che evita che il proprio non-voto venga assegnato al partito di maggioranza. E´ infatti facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione; è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: 'Nessuno degli schieramenti qui riportati mi rappresenta')'.

RIFERIMENTI LEGALI: D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104... Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000)

Ecco come fare:
1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA SCHEDA
2) ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (dopo che questa e' stata vidimata), dicendo: 'Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato.'
3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA
4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI AGGIUNGERE, IN CALCE AL VERBALE, UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO (ad esempio, ma ognuno decida il suo motivo: 'Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta')

COSI' FACENDO DIMOSTRERETE IL VOSTRO DISSENSO PER I CANDIDATI ED EVITERETE CHE IL VOTO, NULLO O BIANCO, SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIU' VOTI!!

Questo, chiaramente, solo se non ci si riconosce in nessuno dei candidati. E' triste, lo so, ma mi sembra sia un pensiero diffuso.

Ps Nota frivola: ho scelto la scheda della Camera perchè meglio si intona al colore del blog!!

4 commenti:

Luca ha detto...

Ciao Katia blog molto carino complimenti. Pensavo di non andare a votare ma ora che ho letto di questa possibilità credo che farò proprio cosi. Comunque meglio i racconti delle tue uscite e delle tue vacanze, li preferisco! Un saluto, Luca

Katia ha detto...

E' solo una soluzione momentanea, una pezza a colori avrebbe detto mia nonna, in attesa che qualcuno di valido scenda in campo, io ancora ci spero! Chissà se vivro' abbastanza a lungo..! Comunque, Luca, tornerò presto anche a frivolezze & dintorni, tranquillo!Qui c'e' un po' di tutto, siori e siore, come al circo..!

simona ha detto...

Ha ragione Luca
Simo e Gio

Katia ha detto...

Ma guarda come sentienziano ste due eh!! ;-))